ACM Fellow per Giuseppe De Giacomo

ACM, la più importante associazione di informatica mondiale, ha assegnato il titolo ACM Fellow per il 2015 a 42 dei suoi membri per i contributi significativi per sviluppi scientifici e applicativi nelle diverse aree dell’informatica.

"Sia che lavorino in importanti università, aziende o laboratori di ricerca, ACM Fellows del 2015 sono responsabili delle scoperte scientifiche e innovazioni industriali che stanno trasformando la società a tutti i livelli", spiega il presidente di ACM Alexander L. Lupo. "A volte, i contributi degli ACM Fellow possono includere miglioramenti di dispositivi che hanno un impatto immediato nostra vita quotidiana. Altre volte, le nuove scoperte della ricerca portano a progressi teorici che, pur non immediatamente percepibili, hanno un impatto sostanziale a lungo termine.”

È con grande piacere che si annuncia che tra gli ACM Fellow nominati del 2015 è presente un docente della Sapienza: il Prof. Giuseppe De Giacomo che lavora presso il Dipartimento di Ingegneria Informatica, Automatica e Gestionale "Antonio Ruberti”. Il Prof. De Giacomo è stato nominato ACM Fellow con la seguente citazione:

"For contributions to description logics, data management, and verification of data-driven processes"

I criteri di selezione per essere nominati sono molto rigorosi e attualmente solo due i dipartimenti universitari italiani annoverano tra le loro fila ACM Fellow, il Dipartimento di Elettronica, Informazione e Bioingegneria del Politecnico di Milano, ed il Dipartimento di Ingegneria Informatica, Automatica e Gestionale "Antonio Ruberti” della Sapienza, entrambi con due ACM Fellow.

Per maggiori informazioni consultare la pagina dedicata agli ACM Fellow del 2015: http://awards.acm.org/fellow/