Seminario Michele Maini

Mercoledì 2 dicembre 
2009, ore 14:00, aula A7: Ing. Michele Maini: Fattori umani nel controllo di processo.

Abstract

La crescente complessità e criticità dei processi fondamentali delle società evolute (energia, chimica, trasporti,comunicazioni,...) hanno sempre più messo in evidenza il ruolo ed il peso che i fattori umani rivestono nel successo e soprattutto nell’insuccesso della conduzione di tali processi. Molte delle analisi di incidente degli ultimi decenni infatti, condotte da organismi non di parte, hanno concluso che gli operatori umani, preposti alla manovra/supervisione del processo, hanno reagito in modo non corretto agli eventi per un insieme di fattori psicologici difficilmente riconducibili ad una spiegazione puramente tecnica.
Quasi inutile ricordare la portata economica e sociale di tali eventi.
A partire dagli incidenti nucleari (Three Mile Island 1979 , Browns Ferry 1975) che hanno svolto un ruolo scatenante, si e’ perciò sviluppata una serie di studi di alto livello (prevalentemente nei paesi anglosassoni e scandinavi) che hanno tentato di spostare sull’operatore umano l’attenzione dei progettisti dei sistemi di controllo/supervisione, questi ultimi essendo in genere più portati a curare il progetto e la commercializzazione degli apparati HW/SW o, al più, l’ergonomia classica delle postazioni di lavoro.