Annalisa Terracina

dottorando


terracina@dis.uniroma1.it
Stanza: B221
Tel: +39 0677274003
Fax: +39 0677274002
Biografia: 

Nel 1998 mi sono laureata in fisica, indirizzo astrofisica con una tesi riguardante la radiazione di fondo cosmico; la tesi, di tipo sperimentale, è durata circa un anno e mezzo e si è svolta su tre fronti: la partecipazione  a tre campagne osservative al telescopio infrarosso della Testa Grigia (Cervino), lo sviluppo di routine IDL per l’analisi dati ed infine la creazione di filtri passabanda in laboratorio da utilizzare al telescopio. Subito dopo la laurea ho passato un breve periodo all'estero in un gruppo di ricerca a Dublino elaborando routine in mathcad nell’ambito di ricerca della fisica del plasma. Sono successivamente rientrata in Italia per lavorare presso la IBM come software engineer. Durante questo periodo ho acquisito grandi competenze nel settore dell'ICT, utilizzando varie piattaforme di sviluppo e diversi linguaggi di programmazione. Ho lavorato infatti nel settore Tivoli dell'IBM che forniva prodotti multi platform per la gestione di reti di computer con clienti quali banche, industrie dell'automobile, etc. I diversi sw dovevano girare su molteplici sistemi operativi (Microsoft, Linux, Solaris, OS390, etc.); poiché ero addetta alla risoluzione di bug del codice ho preso dimestichezza con molti linguaggi di programmazione quali c, c++, visual basic, java, etc.Dopo l'esperienza in IBM sono tornata a lavorare nel settore della ricerca, lavorando per un anno all' Osservatorio Astronomico di Capodimonte sfruttando le mie competenze sia in ambito astronomico che informatico. Mi sono infatti occupata del sw per la movimentazione di un telescopio infrarosso (VLT Survey Telescope), telescopio successivamente istallato in Cile a supporto del Very Large Telescope (un array di 4 telescopi in funzione da diversi anni).Terminata l'esperienza presso l'Osservatorio astronomico di Capodimonte sono stata assunta dalla Datamat Spa (divenuta poi ElsagDatamat e successivamente comperata in parte dalla Telespazio Spa). Dal 2001 al 2012 ho lavorato presso questa azienda lavorando per lungo tempo nel gruppo di ricerca e sviluppo. In questo settore ho lavorato prevalentemente nel campo del parallel computing e nel settore spazio partecipando a diversi progetti della Unione Europea nell'ambito del 5 e 6 programma quadro. Inizialmente ho partecipato a vari progetti con la qualifica di sw engeneer, poi come architecture designer ed infine come team leader e responsabile tecnico. Dunque ho acquisito competenze sia tecniche sia manageriali. Durante la mia permanenza in azienda ho lavorato inoltre per due anni come consulente Datamat presso l'Agenzia Spaziale Europea e per un anno come consulente Telespazio presso l'Agenzia Spaziale Italiana.Il mio contributo è sempre stato originale nel settore della ricerca e dell'innovazione. In particolare mi sono occupata di parallel coputing lavorando al progetto Datagrid presentato dal CERN per l'analisi dei dati provenienti dagli esperimenti dell'LHC. In seguito mi sono occupata di data management e business process nel progetto Akogrimo e semantica per PlugIT (progetti entrambi finanziati nell'ambito del 6 programma quadro della Comunità Europea). In questi progetti ho sempre lavorato in ambito internazionale collaborando con enti di ricerca, università e PMI. Sono stata inoltre responsabile tecnico di due progetti per L'Agenzia Spaziale Europea denominati THE VOICE e DICTE entrambi volti alla realizzazione di una piattaforma collaborativa per servizi relativi al campo dell' Earth Observation.Nel 2012 ho rassegnato le dimissioni dalla Telespazio per accettare un posto di ruolo come docente di fisica nella scuola secondaria superiore poiché era forte il desiderio di tornare a lavorare nell'ambito della fisica ed ho sempre riconosciuto alla scuola un ruolo fondamentale nella formazione delle nuove generazioni.Dal 1 Novembre 2013 sono in congedo dalla scuola per tutta la durata del dottorato di ricerca. Il mio interesse è quello di sfruttare questi tre anni per sviluppare un gioco di ruolo per l'insegnamento della fisica sfruttando le nuove tecnologie in uso nella scuola. Per fare questo dutrante il corso del dottorato approfondirò le tematiche legate al Game Based Learning, Serious Games, etc.