D2I
Integrazione, Warehousing e Mining di sorgenti eterogenee
Riunione conclusiva della terza fasefase

ROMA 11 OTTOBRE 2002 - Riassunto del meeting

  • Comunicazioni iniziali da parte del coordinatore del progetto Maurizio Lenzerini riguardanti le attività di disseminazione dei risultati raggiunti in D2I: relazioni invitate in conferenze internazionali da parte dei partecipanti, interesse suscitato presso alcune alcune aziende che hanno contattato i responsabili di tema. In particolare, nell'ambito del tema 3, di rilievo è il contratto di ricerca stipulato con la società Inspiring Software s.r.l. per attività riguardanti visualizzazione di grandi quantità di dati e mining visuale.

    A tale proposito si invitano i partecipanti al progetto ad inviare a Domenico Lembo informazioni relative alle attività di disseminazione dei risultati, in modo che possa essere aggiornata la relativa pagina del sito, ed a segnalare le recenti pubblicazioni scientifiche avvenute nel contesto del progetto.
  • Presentazione dei prototipi realizzati per ciascun tema di ricerca del progetto: di seguito sono disponibili i lucidi relativi agli interventi effettuati
    TEMA1
    Sonia Bergamaschi (MO) Introduzione al Tema 1
    Francesco Guerra (MO) Prototipo di ambiente di ausilio al progettista per la costruzione di una vista globale basato su ontologie e assiomi inter-schema (prototipo D1.P1)
    Giorgio Terracina (CS) Prototipo per l'estrazione di proprietÓ inter-schema (prototipo D1.P2).
    Domenico Lembo (RM) Prototipo per gli algoritmi di query rewriting e query answering using views e per la riconciliazione dei dati (prototipo D1.P3).
    Domenico Beneventano (MO) Prototipo di un query manager per la gestione di query globali (prototipo D1.P5).
    Domenico Ursino (CS) Prototipo per la traduzione di informazioni da modelli di dati sorgente a modelli di dati target (prototipo D1.P6).
    Alfio Ferrara (MI) Prototipo di ambiente di ausilio al progettista per la costruzione di viste globali riconciliate basato su valutazione di affinita' e clustering interattivo(prototipo D1.P7).
    TEMA2
    Sergio Greco (CS) Introduzione al Tema 2.
    Ettore Saltarelli (BO) Prototipo sviluppato per la progettazione logico-fisica (prototipo D2.P1).
    Francesco Scarcello (BO) Prototipo che implementa le tecniche di ottimizzazione di interrogazioni di data warehouse (prototipo D2.P2).
    TEMA3
    Claudio Sartori (BO) Introduzione al Tema 3 e descrizione del prototipo per algoritmi di clustering incrementale di dati (prototipo D3.P2)
    Stefano Lodi (BO) Risoluzione di query approssimate (prototipo D3.P1)
    Giovanbattista Ianni (CS) Prototipo per il meta-querying (prototipo D3.P3)
    Stephen Kimani (RM) Sistema integrato di data mining e visualizzazione (prototipo D3.P4)
  • Discussione Collegiale
    • In relazione ai prodotti riguardanti il metadata repository, è stato deciso di continuare il lavoro iniziato con il rapporto D0.R1 "Specifiche per il meta-data repository" realizzato durante la prima fase del progetto. In particolare Domenico Lembo per il tema 1, Francesco Scarcello per il tema 2 e Stefano Lodi per il tema 3 coordineranno il lavoro da svolgere nell'ambito di ciascun tema per la realizzazione del rapporto D0.R2:"Specifica della architettura funzionale del repository di meta-dati" sulla base del rapporto iniziale D0.R1 (raffinamento degli schemi ER, individuazione delle funzionalità principali). È ancora da definire la fase di implementazione.
    • È stato deciso di presentare una proposta editoriale per la realizzazione di un libro in cui descrivere i risultati raggiunti nell'ambito del progetto. Tale proposta sarà presentata entro la fine dell'anno alla casa editrice Springer dal coordinatore del programma di ricerca Maurizio Lenzerini e dai tre responsabili di tema, Sonia Bergamaschi, Sergio Greco e Claudio Sartori.
    • In vista della conclusione del progetto è stato proposto di organizzare un workshop per la presentazione dei risultati più rilevanti raggiunti nel progetto, con lo scopo di coinvolgere aziende interessate ai temi trattati. Il workshop dovrebbe tenersi a Milano nei primi 15 giorni di Marzo, in concomitanza con un'analoga iniziativa del gruppo di basi di dati del Politecnico di Milano. Silvana Castano, responsabile dell'Unità di Milano, si occuperà del coordinamento di tale evento.
 
Sito a cura di Domenico Lembo
lembo@dis.uniroma1.it