Presentazione

Scarica il pdf di presentazione del Master per il 2008/2009.

Le caratteristiche geografiche dell’Italia, la complessa rete di collegamenti internazionali ed i numerosi problemi che in questo contesto si pongono a causa di eventi naturali e squilibri sociali, impongono una capacità sempre maggiore di intervenire in condizioni di emergenza.

Le attuali tecnologie dell’informazione e della comunicazione, lo sviluppo di nuovi materiali, nuovi componenti e sistemi, consentono di concepire processi di intervento e gestione dell’emergenza adatti a queste situazioni complesse. Lo sviluppo di competenze nel settore dell’Ingegneria dell’Emergenza si impone come una reale necessità nella formazione dei livelli operativi di alto profilo e del quadro dirigente del Paese.

E' il primo Master universitario in Italia in Ingegneria dell’Emergenza.

Si può accedere al Master avendo conseguito una laurea di II livello presso le Facoltà di Ingegneria. Saranno anche ammessi laureati in possesso di titolo di studio considerato equivalente.

Saranno anche ammessi alla frequenza professionisti, operanti nel settore, interessati ai contenuti del corso. Sarà rilasciato un “Attestato di Frequenza” nel quale saranno indicati gli eventuali crediti acquisiti.

L'obiettivo è di consentire ai  laureati dei diversi settori dell’ingegneria di esprimere al meglio le proprie capacità  professionali quando siano chiamati ad operare in condizioni di emergenza.

Il percorso formativo è realizzato attraverso la collaborazione  di docenti universitari ed esperti nel settore dell’emergenza ed è  finalizzato a sviluppare una cultura di base nel settore dell’Ingegneria delle Emergenze che consenta di acquisire le conoscenze e le competenze idonee a comprendere il complesso funzionamento dei processi legati alle diverse fasi di previsione, prevenzione, pianificazione e gestione delle emergenze di protezione civile.